Un grande amico, quasi un fratello: Francesco Ipsevich

Edo carissimo,
questa sera Laura mi ha proposto di affittare la cassetta di Ken Loach la canzone di Carla. Inutile dire che ti ho pensato durante la visione del film, ho ripensato al libro, ho visto te sul gippone, ho ripensato ai racconti al tuo rientro. Ho di nuovo visto la realtÓ difficile in cui hai operato con impegno e, soprattutto, passione. Ho rivisto il lato oscuro della cosiddetta democrazia.
Volevo solo dirti che, anche se poco ci sentiamo a voce, molto ci sentiamo col pensiero.
Un grande abbraccio!
chicco